Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Formazione professionale, cosa non funziona nel modello lombardo

In regione Lombardia una brusca riduzione del valore assegnato alla dote formativa (vale a dire al valore finanziario dell’assegno riconosciuto agli studenti che scelgono di frequentare i corsi triennali di qualifica e che servono per pagare gli istituti di formazione professionale che organizzano i corsi) sta rischiando di mettere in crisi l’intero sistema della  formazione professionale, costringendo gli enti a ridurre gli stipendi, licenziare dipendenti e a ricorrere a rapporti di lavoro sempre più precari, con grave pregiudizio anche per la qualità dei corsi.   Le doti decise dalla Regione Lombardia infatti  sono le più basse d’Italia (appena la metà rispetto a quelle attribuite da altre).  Va da sé che organizzare e gestire  un anno di corso con un finanziamento di 90.000 euro per 20 allievi obbliga gli Enti di formazione a cospicui tagli dei costi . E’ quanto viene sostenuto il questo articolo  pubblicato su Orizzontescuola.it  dove si analizzano nel dettaglio le diverse carenze di impostazione del sistema voluto dalla  regione Lombardia.